Vicenza
-
Orario: 
09:00
via Zampieri 19

Il Codice INCI

Dopo il successo dell’appuntamento 2017, CNA Vicenza lancia una nuova edizione del corso “Il Codice INCI”, una giornata di formazione full-immersion dedicata a professionisti del settore benessere, per imparare a interpretare correttamente le etichette dei prodotti e conoscere le maggiori novità del mondo della cosmetica.

L’appuntamento è per lunedì 28 maggio, a partire dalle 9, presso la sede provinciale CNA in via Zampieri 19. A salire in cattedra, ancora una volta, il professor Umberto Borellini, cosmetologo, docente universitario, manager e scrittore di fama internazionale, tra i principali fautori della Programmazione Neuro-Estetica – disciplina che coniuga elementi di psicologia e psicosomatica con l’estetica.

I temi del corso

Tra gli approfondimenti e le novità di settore che verranno affrontati, un focus particolare sarà riservato alle problematiche estetiche, come l’invecchiamento cutaneo, l’esposizione della pelle al sole e la cellulite.

«Le rughe, gli inestetismi, i problemi che possono sorgere con l’esposizione solare, sono argomenti sempre attuali tra i consumatori, perciò di grande interesse per chi opera nel comparto “benessere” – afferma Borellini –. Conoscere nel dettaglio i prodotti, le loro composizioni e i loro utilizzi è dunque di fondamentale importanza per il professionista che intende soddisfare il cliente, rispondendo sempre in maniera puntuale e competente. Naturalmente, i prodotti e le soluzioni in commercio sono molti e diversi, perciò è importante che l’operatore sia formato e informato sulle peculiarità e sugli eventuali rischi dei diversi trattamenti».

La cosmetica italiana cresce, tengono i piccoli

Il mercato cosmetico Made in Italy accelera, facendo segnare un + 1,7% nel 2017 (variazione sul 2016). A trainare rimane l’export, con un aumento dell’8%. Tra i diversi canali, l’estetica avanza, segnando un + 2,4%; scende invece di poco la profumeria, con un - 0,5%. Cresce anche l’interesse dei consumatori verso tutto il mondo del “bio” e del “green”: gli ultimi dati di settore stimano un valore della “cosmesi naturale” che supera i 1.100 milioni di euro.

Buone notizie anche per i piccoli esercizi – parrucchieri, estetiste, saloni di bellezza, centri benessere, ecc. – che, nonostante l’aumento dell’e-commerce, continuano a rivestire un peso significativo nelle vendite di prodotti cosmetici, con un valore di poco superiore agli 800 milioni di euro, pari all’8% dei consumi totali. Un dato che dimostra ancora una volta l’importanza del servizio, oltre che del prodotto, e del contatto diretto col consumatore.

CNA con le imprese per lo sviluppo del business

«Gli strumenti digitali e l’informazione a portata di smartphone hanno ormai reso il consumatore 2.0 sempre più informato e consapevole – sottolinea Michela Splendore, Portavoce Acconciatori CNA Vicenza –. L’operatore del benessere, oggi, deve farsi trovare preparato, se vuole governare al meglio le dinamiche di mercato e stare al passo coi tempi. Il ruolo di CNA in questo senso è importante, perché tramite azioni di training come queste, ci permette di essere sempre aggiornati e informati».

«Professionalità, qualità del servizio, cura del dettaglio e dell’ambiente in cui viene erogato: queste sono le leve strategiche sulle quali le imprese devono puntare – ribadisce Valeria Cazzola, Portavoce Estetica CNA Vicenza –. Bisogna rendersi conto che investire su formazione, qualificazione e aggiornamento, significa dare nuova energia al proprio business. Azioni di questo tipo, supportati dalle associazioni come CNA, sono indispensabili per il professionista che vuole essere in grado di consigliare al meglio il cliente, soddisfando ogni tipo di esigenza».

 

Info e iscrizioni su cnavicenza.it.

 

Area Tematica: