CNA Costruzioni, in accordo ed in collaborazione con Harley & Dikkinson, ha organizzato una rete nazionale di consorzi di imprese operanti nella filiera delle costruzioni, riconoscibile attraverso il marchio Riqualifichiamo l’Italia che è in grado di avanzare ai condomini un’offerta integrata e garantita (dal progetto alla realizzazione dell’intervento), sfruttando il meccanismo della cessione del credito, nel rispetto delle condizioni poste dall’Agenzia delle Entrate, in materia di sismabonus ed ecobonus. Oggi, sono ben 8 condomini su 10 che necessitano di essere riqualificati (Fonte: Rebuild, Università IUAV di Venezia). Basti pensare che circa un milione di condomini in Italia sono stati costruiti tra gli anni ’50 e gli anni 70’, ovvero senza porre alcuna attenzione agli aspetti energetici o alla normativa antisismica, emanata nel 1974.

Gli incentivi fiscali, attualmente utilizzabili fino al 2021, si rivelano sì una strategia significativa per poter riqualificare il patrimonio immobiliare esistente mettendo in sicurezza le strutture, rigenerandole da un punto di vista energetico, dando così l’opportunità di ripresa al settore delle costruzioni ed apportando importanti benefici economici ed ambientali. Ma questo potrebbe rivelarsi non sufficiente: spesso il singolo condomine non è nelle condizioni di sborsare una quota cospicua per interventi di ristrutturazione dovendo attendere 5 o 10 anni (a seconda del tipo di intervento) per recuperare in forma dilazionata parte della somma spesa.

Sfruttando il meccanismo della cessione del credito, invece, il condominio si troverà a pagare la sola quota eccedente la detrazione fiscale, “cedendo il suo credito”.

Grazie a questa soluzione, il singolo condomine avrà l’opportunità di pagare una somma decisamente più esigua, con possibilità di accedere anche a finanziamenti.

Il consorzio di imprese ovviamente incasserà l’intero importo spettante, trovandosi nella condizione di essere liquidato con maggiore facilità: riceverà l’importo previsto dal condominio e la restante quota verrà liquidata dagli investitori finanziari che hanno acquisito il credito.

L’impegno di CNA Costruzioni e di H&D nel favorire interventi di qualità e finanziariamente accessibili per la valorizzazione del nostro patrimonio immobiliare rappresenta una risposta concreta per famiglie e imprese in un’ottica di sviluppo economico e sociale dell’intero Paese.

 

Per illustrare l’iniziativa

VENERDI’ 10 MAGGIO 2019 ore 17.00

Fiera di San Secondo- Asti

ne discuteranno in un convegno dal titolo

Rigenerare le città, riqualificando il loro patrimonio abitativo: un percorso virtuoso per rilanciare l’economia sostenibile ed aiutare le imprese della filiera delle costruzioni ad uscire da una crisi ormai strutturale.

 

Ore 17.00 Registrazione partecipanti

Ore 17,15 Saluto Istituzionale:

•Dr. Maurizio Rasero Sindaco di Asti ;

 

Ore 17,30 Presentazione Progetto Nazionale “Riqualifichiamo l’Italia”

•Giovanni Brancatisano, Responsabile Regionale CNA Costruzioni

•Arch. Fabio Musso Presidente Ordine Architetti

•Ing. Marina Parrinello Presidente Ordine Ingegneri, Ordine Geometri , Ordine Periti Industriali , Rappresentante Amministratori Condomini

 

Ore 18,30 Inizio Lavori Intervengono:

•Ing. Andrea Ceoletta, Harley & Dikkinson: “Gli incentivi fiscali, la cessione del credito di imposta e la piattaforma di H&D per la Riqualificazione dei Condomini”;

•Valter Mirano, Responsabile Commerciale Area Nord Ovest ENI Gas e Luce

 

Ore 19,30 – Conclusioni:

•Avv. Marcello Coppo Vice Sindaco Attività produttive – Lavoro – Commercio – Agricoltura – Urbanistica ;

•Fabiano Bau’ Portavoce CNA Costruzioni Asti