Grande soddisfazione per CNA e Confartigianato per la brillante operazione che ha portato a smascherare una attività completamente abusiva. Un particolare ringraziamento alla Guardia di Finanza per il lavoro svolto di indagine che ha permesso di scoprire un attività di meccanico completamente sconosciuta al fisco e mancante di ogni autorizzazione amministrativa.

Da anni le Associazioni dell’Artigianato sono in campo per contrastare i fenomeni di abusivismo e tutelare le imprese regolari che operano sul mercato cercando di difendere la sana e libera concorrenza. A questo scopo è stato siglato, nel 2013, in Prefettura, un Protocollo d’Intesa con tutte le Amministrazioni Locali per individuare modalità di intervento finalizzate a sviluppare una repressione mirata, mettendo a disposizione dei cittadini delle e-mail dedicate alla raccolta di segnalazioni di attività abusive. Queste segnalazioni, inviate alle Forze dell’Ordine, hanno permesso di attivare positive azioni di repressione di questo fenomeno.
Dietro all’abusivismo non vi sono solo aspetti economici ma anche rilevanti problemi legati alla tutela della sicurezza del consumatore e dell’ambiente.

Confartigianato e CNA ribadiscono la loro disponibilità a diventare punti di raccolta di segnalazione di attività abusive a tutela del sistema imprenditoriale regolare e della libera concorrenza del mercato.