Mentre le misure bancarie per la liquidità previste dal Decreto CuraItalia devono ancora trovare concreta attuazione per la grande maggioranza degli istituti bancari, la Regione Emilia Romagna ha approvato un bando per dare sostegno alla liquidità delle PMI e dei liberi professionisti, attraverso il sistema dei Confidi.

Si tratta di una prima azione volta ad affrontare la mancanza di liquidità delle imprese, in sofferenza a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

Questo provvedimento va nella direzione auspicata da CNA che a più riprese ha chiesto alla politica risorse per sostenere la liquidità delle imprese per poter far fronte ai pagamenti che le imprese debbono comunque effettuare in un momento particolarmente difficile dovuto al fermo o alla riduzione delle attività.

Il bando si rivolge ai Confidi, cui verrà trasferito un fondo da destinare all’abbattimento dei costi di interessi e costi di garanzia sostenuti dalle imprese e dai professionisti del territorio emiliano romagnolo che richiedano finanziamenti. Il finanziamento massimo è di 150 mila euro per la durata di max 36 mesi (comprensivi di 12 mesi di preammortamento). La Regione interviene per l’abbattimento degli interessi e dei costi di garanzia.

Le imprese interessate possono fare riferimento alle sedi CNA dell’Emilia Romagna.