Salute, qualità della vita e conoscenza storico-culturale-artistica del nostro Paese. All’insegna di questi temi, i pensionati della CNA di Pesaro e Urbino si sono rimessi in viaggio lo scorso week-end.

Il folto gruppo di ex artigiani questa volta ha fatto visita al suggestivo territorio della Tuscia e più in particolare a Civita di Bagnoregio; Viterbo, Bagnaia e Caprarola. Una due giorni organizzata da CNA Pensionati e guidata dal presidente provinciale, Giancarlo Sperindio ed alla quale ha voluto prendere parte anche il segretario della CNA di Pesaro e Urbino, Moreno Bordoni.

Un week-end di escursioni, partito con la vista all’affascinante e unica Civita di Bagnoregio, il piccolo borgo arroccato su uno sperone di roccia che domina la vallata formata dai torrenti Chiaro e Torbido increspata dai caratteristici calanchi. Nella stessa giornata la visita guidata a Viterbo, città ricca di monumenti, chiese e fontane. Visita al San Pellegrino, quartiere medievale più caratteristico e conservato d’Italia, vero gioiello di contrada duecentesca e del Palazzo Papale.

Altra escursione per i pensionati a Bagnaia con la visita a Villa Lante, pregiatissimo esempio di architettura cinquecentesca con leggiadre fontane, vasche decorate, cascate e giochi d’acqua. Poi Caprarola con la visita guidata a Palazzo Farnese, fortezza dalla struttura pentagonale che venne poi trasformata in maestosa residenza per Alessandro Farnese, nipote di Papa Paolo II.

“Si tratta di gite che non solo ci permettono di conoscere le bellezze del nostro Paese – dice il presidente di CNA Pensionati, Giancarlo Sperindio – ma che consentono ai nostri associati di poter socializzare e di effettuare escursioni che aiutano anche la mobilità”. Per Moreno Bordoni “I nostri pensionati sono una risorsa importante per la nostra associazione. Il loro bagaglio di esperienza è un patrimonio per tutti”.