La Cna esprime delusione per la mancata proroga, al 28 febbraio 2015, dei versamenti fiscali e contributivi per i contribuenti colpiti dagli eventi meteo accaduti tra il 10 e il 14 ottobre scorso in Liguria, Piemonte, Emilia Romagna, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia, in scadenza oggi 22 dicembre.

Il Governo ha, infatti, disatteso l’impegno all’attivazione della proroga assunto attraverso l’approvazione, venerdì scorso, di un Ordine del giorno della Commissione Bilancio del Senato.

A questo punto oggi le imprese residenti nelle regioni coinvolte dal maltempo, si sono trovate costrette a procedere ai versamenti per evitare sanzioni.

La Cna si aspetta, a stretto giro, un provvedimento che almeno eviti l’applicazione di sanzioni ai contribuenti che purtroppo non sono stati in condizioni di rispettare la scadenza di versamento. Un atto concreto per venire incontro alle reali difficoltà dei contribuenti.