PNRR, Servono risorse alle piccole imprese per gli investimenti green

Un fondo per sostenere gli investimenti di micro e piccole imprese per l’efficienza energetica e l’autoconsumo, un credito d’imposta a fronte dei costi sostenuti dalle imprese per riconversione di processi e prodotti in chiave green favorendo l’economia circolare, profonda revisione della normativa ambientale eliminando le molte incongruenze che la rendono di difficile applicazione. Sono le proposte presentate da CNA in Commissione ambiente della Camera nell’ambito delle audizioni sul Piano nazionale di ripresa e resilienza con l’obiettivo di migliorare la strategia prevista nella Missione 2 sulla transizione energetica e soprattutto definire un quadro di interventi e obiettivi più vicini alle caratteristiche della piccola impresa italiana.

CNA riconosce l’attenzione dedicata dal PNRR al tema green in termini di principi generali e obiettivi ma sottolinea che è necessaria una maggiore spinta per rimuovere una serie di lacune contenute nel documento. Al riguardo CNA auspica che il nuovo Governo modifichi il documento a partire da un aumento delle risorse destinate ai nuovi investimenti rispetto ai 36 miliardi previsti. Necessario inoltre rafforzare il capitolo dell’economia circolare con un consistente incremento di risorse rispetto ai 6 miliardi attualmente indicati nel documento.

Infine CNA confida che il PNRR oltre a definire obiettivi e misure generali sul tema green, individui in modo chiaro interventi e iniziative misurandone l’effettivo contributo rispetto agli obiettivi ambientali e climatici e al tempo stesso il concreto impatto sul sistema delle imprese.

Clicca qui per leggere gli altri comunicati stampa.