Nel mese di ottobre si è registrata una ripresa dell’occupazione nelle micro e piccole imprese e nell’artigianato: più 0,6% in un mese e più 3,8%in un anno.

L’ampliamento della base occupazionale è frutto soprattutto del forte aumento delle assunzioni, + 28,7%in un anno, crescita che ha coinvolto prevalentemente il contratto a termine, che è cresciuto del 43,1%, l’apprendistato del 23,9% e il lavoro intermittente del 68%.

In quest’ultimo anno si registra nello specifico una crescita dell’occupazione femminile,  che registra più 4,9%, soprattutto mediante il ricorso al contratto di lavoro intermittente, che si giustifica soprattutto all’indomani dell’abolizione dei voucher.

Negli ultimi tre anni, invece si è assistito a un ridimensionamento del 16,5% nell’applicazione del contratto a tempo indeterminato. Quest’ultimo, pur rappresentando la tipologia contrattuale di gran lunga più diffusa, a ottobre 2014 risultava applicato al 85,0% della base occupazionale mentre a ottobre 2017 risulta applicato al 68,5%.