Via al nuovo Parlamento europeo. CNA chiede di mettere le imprese al centro dell'agenda

Si chiude oggi la prima seduta Plenaria del Parlamento europeo che ha rappresentato l’insediamento ufficiale dei 751 eurodeputati neoeletti nelle elezioni dello scorso maggio.

Le principali rappresentanze di interessi dei 28 Stati Membri erano presenti per seguire da vicino la definizione dei ruoli e della struttura operativa del prossimo Parlamento.

La CNA presente a Strasburgo con Elisa Vitella, responsabile di CNA Bruxelles, e Claudio Cappellini, responsabile nazionale dell’ufficio Politiche Comunitarie, ha confermato il proprio impegno e interesse oltre che la disponibilità ad avviare proficue collaborazioni a livello europeo.

Nella giornata del 2 luglio c’è stata la nomina di David Maria Sassoli (PD-S&D) a nuovo Presidente del Parlamento europeo. “Potrà essere interprete delle esigenze delle nostre imprese per poter riportare al centro dell’agenda per la crescita europea il rilancio di un’autentica e rinnovata  politica europea per le Pmi e l’artigianato che ne rappresentano la spina dorsale” ha commentato Claudio Cappellini.

L’agenda delle tre giornate ha previsto anche la nomina dei Vicepresidenti, per l’italia Massimo Castaldo (Mov5stelle), e la definizione della composizione delle commissioni parlamentari. I loro Presidenti saranno, invece, individuati nei prossimi giorni.

“Essere presenti a Strasburgo ha permesso di cogliere l’occasione per dare un primo messaggio della presenza e della disponibilità della CNA a lavorare insieme a livello europeo con gli eurodeputati italiani”, come spiegato da Elisa Vitella, “per rilanciare, nei prossimi cinque anni, nuove politiche e strumenti europei dedicati alle Pmi dando concreta attuazione anche ai principi enunciati nello Small Business Act”.