“Sono bellissime occasioni in cui si tocca con mano l’entusiasmo di questi imprenditori, che rappresentano quella parte d’Italia che rende grande e importante il nostro Paese”: così Sergio Silvestrini, segretario generale di CNA oggi nel corso della premiazione delle Imprese di valore, edizione 2019, organizzata come ogni anno dalla CNA di Ferrara e da Ecipar, l’ente di formazione di CNA. 

Silvestrini ha messo in rilievo le esigenze e i problemi che oggi sono proprie delle piccole e medie imprese italiane: “C’è bisogno prima di tutto di un ambiente favorevole. Il gap patito dalle imprese italiane rispetto alla concorrenza europea nella infrastrutturazione, materiale e immateriale, è senz’altro una causa della perdita di terreno. In più, le nostre imprese soffrono ogni giorno che passa un fisco vorace e una burocrazia opprimente”.

La giornata – coordinata dal direttore provinciale di CNA Ferrara Diego Benatti – si è aperta con i saluti del Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, che ha rappresentato la vicinanza e l’attenzione delle istituzioni nei confronti del mondo produttivo.

Marino Mingozzi, Presidente di Ecipar, ha spiegato il tema che quest’anno caratterizzava la premiazione: l’impresa liquida. “L’impresa è liquida se è flessibile, adattabile, capace di cambiare seguendo le esigenze del mercato. Ci sono due pilastri sui quali si basa l’impresa liquida: la tecnologia che rende il nostro lavoro più efficiente e le persone con forte attitudine ad apprendere nuove competenze”. 

E proprio l’investimento su nuove competenze e sulla formazione è stato indicato da Laura Ramaciotti, docente e Direttrice del dipartimento di economia e management dell’Università di Ferrara – come l’elemento fondante di una politica a favore delle imprese.

Paolo Govoni, Presidente della Camera di Commercio di Ferrara (ma anche, come lui stesso ha ricordato, imprenditore iscritto alla CNA, ha richiamato l’importanza del legame con il territorio: “Proprio questo è il carattere principale delle aziende che oggi premiamo: fanno ricerca, innovano, sono capaci di competere sui mercati, ma sono anche profondamente legate al proprio territorio da un sistema di relazioni positive”. 

Davide Bellotti, Presidente della CNA di Ferrara, ha indicato la strada per affrontare i problemi del territorio: “E’ necessario puntare sulla connessione tra i diversi sistemi. Le istituzioni, l’Università, il mondo imprenditoriale devono collaborare per accrescere il livello di competitività del territorio”.

E il territorio era rappresentato oggi in sala proprio dalle tante imprese che questa mattina si sono rinite nella sala convegni CNA: “E’ un piacere vedere tanta passione imprenditoriale” – ha detto il Responsabile della direzione di BPER Banca Antonio Rosignoli, presente alla cerimonia.

Nella foto il Segretario Generale CNA, Sergio Silvestrini, con Paolo Govoni, Presidente della Camera di Commercio di Ferrara.