MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI
DECRETO 26 luglio 2017 

Indicazione dell’origine in etichetta del riso.

Entrano così in vigore i provvedimenti che introducono la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. I decreti prevedono, a partire dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, una fase di 180 giorni per l’adeguamento delle aziende al nuovo sistema e lo smaltimento delle etichette e confezioni già prodotte. Quindi l’obbligo definitivo scatterà il 16 febbraio per il riso.

Per CNA Agroalimentare la valorizzazione del made in Italy è di fondamentale importanza, ma la modifica unilaterale di un regolamento europeo pone le imprese del settore nella doppia condizione di rispettare il regolamento europeo 1169/2011 e il provvedimento nazionale, dovendo quindi procedere alla modifica delle etichette e con costi aggiuntivi.

Per cui sarebbe necessario che l’obbligo scattasse dopo 12 mesi.