Sui saldi grande incertezza per le imprese romane

“Con i saldi siamo di fronte ad uno dei passaggi più importanti della vita economica delle nostre imprese, eppure oggi registriamo una grande e preoccupante incertezza – dichiara il segretario di CNA Roma, Stefano Di Niola. Infatti, se il periodo natalizio è stato abbastanza in linea con le aspettative per 6 imprese su 10, i saldi si prefigurano come un grande punto interrogativo per il 33% dei commercianti mentre addirittura il 41% dichiara di non avere grandi aspettative.”

Secondo l’indagine realizzata dal Centro Studi della CNA di Roma, in collaborazione con SWG e a cui hanno partecipato più di 200 imprese, il 57% dei commercianti ritiene i saldi un momento fondamentale per la propria attività economica.

Ma a rendere incerte le aspettative sui saldi non c’è solo la pandemia, che comunque inciderà per il 69% degli intervistati, per il 62% dei commercianti della l’aumento continuo di opportunità a prezzo di saldo ha ridotto la centralità economica dei saldi tradizionali.

All’interno del Comune di Roma, la situazione appare leggermente più positiva rispetto ai comuni dell’area metropolitana, dove le imprese sembrano soffrire di più.

“Proprio per questo è necessario – afferma il presidente di CNA Commercio Roma, Federico Mondello – che le Istituzioni diano ascolto a quel 71% dei commercianti romani che chiede una vera svolta nella regolamentazione dell’attività dei saldi, consentendo agli operatori di fare una programmazione economica e finanziaria sostenibile”.

Clicca qui per leggere l’indagine.